02.95384218     [email protected]

Il tempo nel mercato Enterprise

In che modo il tempo sta rivoluzionando il mercato enterprise?

Le nostre vite sono silenziosamente governate da una consapevolezza implicita del passare del tempo, spesso fino al minuto o addirittura al secondo. Sappiamo quando dobbiamo uscire di casa per prendere il treno che ci mette al lavoro in tempo, e per quanto tempo dobbiamo tenere una bustina di tè nella tazza per ottenere esattamente l'ombra giusta. Tutti manteniamo orologi interni che ci tengono, più o meno, nel posto giusto, facendo le cose giuste al momento giusto.

Sfortunatamente, lo stesso non si può dire per i computer, i cui orologi interni possono spesso essere imprecisi rispetto alla loro velocità di esecuzione, il che può rendere molto difficile capire se hanno fatto le cose giuste al momento giusto o se persino le hanno fatte. Il disallineamento dei clock dei server è un problema importante e in crescita in una vasta gamma di settori, tra cui servizi finanziari, radiodiffusione e industria delle scommesse, in cui molti processi di routine sono automatizzati in sistemi distribuiti e un numero enorme di transazioni avviene a intervalli molto brevi. Se i server che eseguono questi processi non sono allineati in modo preciso, può essere estremamente difficile stabilire l'ordine in cui si sono verificati gli eventi e stabilire le loro relazioni causali.

Prendiamo come esempio il trading; se il server A viene scambiato con il server B e l'orologio del server A si è spostato rapidamente di un millisecondo, mentre il tempo del server B è indietro e il processo richiede un microsecondo per essere completato, il record del timestamp per l'intera transazione mostrerà che il server B agisce in anticipo rispetto ad A anche se non è così. Può sembrare insignificante, ma quando i computer con orologi disallineati eseguono milioni di operazioni automatizzate tra loro ogni giorno, non è difficile vedere come i record delle transazioni possano diventare caotici. Se il server A appartiene alla banca A e il server B appartiene alla banca B, le organizzazioni potrebbero non essere d'accordo su quando le negoziazioni hanno avuto luogo, se sono state eseguite correttamente e persino se si sono verificate affatto. Questo è un problema sia per i clienti delle aziende che gestiscono questi sistemi, sia per gli enti regolatori che sovrintendono al settore. Senza la possibilità di verificare l'ordine in cui avvengono le transazioni, è impossibile stabilire la responsabilità.

Per questo motivo, i regolatori finanziari negli Stati Uniti e nell'UE hanno introdotto rispettivamente CAT e MiFID II, per garantire che le transazioni siano registrate in una sequenza coerente con timestamp tracciabili. Queste normative impongono agli operatori di mercato di sincronizzare i clock dei loro server di trading con un tempo universale (UTC) a un livello di accuratezza (entro 100 microsecondi) che conferirà a ogni decisione del server un timestamp unico, in modo che i processi possano essere accuratamente ricostruiti dopo un evento dai registri della macchina. Più in generale, nell'UE, GDPR significa che le aziende devono essere in grado di giustificare il motivo per cui dispongono dei dati personali di un individuo e, se richiesto, spiegare in che modo un sistema automatizzato ha utilizzato questi dati per giungere a una decisione che potrebbe influire sul soggetto interessato. Senza registri delle transazioni con data e ora affidabili, recuperare queste informazioni può essere un'attività difficile, costosa o impossibile.

Quindi, come possono le organizzazioni garantire che i loro sistemi informatici siano sincronizzati con tempistiche tracciabili? Una soluzione interna grazie a grandmaster clock o una connessione resiliente a una fonte UTC primaria. Collegando i grandmaster a più fonti UTC primarie il tempo può essere distribuito in modo estremamente accurato ai server. In questo modo è garantita la conformità CAT, MiFID II e GDPR. Per le società di servizi finanziari, ciò può significare algoritmi di fine tuning per garantire un'attività di trading più redditizia.